Archivio Autore

Pieruccioni

This information box about the author only appears if the author has biographical information. Otherwise there is not author box shown. Follow YOOtheme on Twitter or read the blog.

Guida alla scelta dell’Idropulitrice

Cosa è un’idropulitrice?

L’idropulitrice è un elettroutensile in grado di aumentare la pressione dell’acqua e viene adoperato per lavare ed ha svariati campi di applicazione. Grazie all’ausilio di un motore e di una pompa è in grado di generare un getto di acqua ad alta pressione in uscita dall’ugello, posto in cima alla lancia. La pressione viene notevolmente aumentata, dai 2 – 10 bar della rete idrica a pressioni comprese tra i 100 e, in casi estremi, i 500 bar.

Tali prestazioni rendono più facili molti lavori di pulizia e lavaggio, sia domestica che industriale. E’ possibile lavare:

  • la barca,
  • l’automobile,
  • la moto,
  • i gradini,
  • i muri esterni,
  • il patio,
  • è possibile sturare tubi,
  • lavare le grondaie e le verande,
  • e molto altro.

Insomma, come avrai capito, un’idropulitrice è un mezzo veramente versatile che può aiutare in molte operazioni di pulizia, rendendo i lavori più efficienti e meno faticosi, garantendo anche un risparmio di tempo e soprattutto di acqua.

Perchè usare un’idropulitrice al posto della gomma da giardino per lavare l’auto?

In primis, perchè è meno faticoso!
Utilizzare un’idropulitrice per pulire può rendere in taluni casi piacevole il lavoro da svolgere!

Secondo, per un fatto economico.
Infatti, per pulire l’auto con la semplice canna dell’acqua, occorrono mediamente 2800 litri di acqua, con un’idropulitrice di fascia media per uso domestico si utilizzano meno di 500 litri in un’ora!

Considerando che 1000 litri di acqua costano 1 euro e che per lavare la macchina impiegate non più di 30 minuti, per ogni lavaggio senza idropulitrice spendereste 2,80 euro al posto di 0.25 euro.
Se lavate la macchina ogni settimana non risparmiereste ( 2,80 euro – 0,25 euro ) x 52 = 132,6 euro ogni anno, se lavate una sola macchina. Se ne lavate 2 il valore raddoppia! Questo significa che la vostra spesa non è un costo, ma in molti casi un valido investimento.

idropulitrice-karcher

è facile lavare la propria auto con un’idropulitrice Karcher!

Cosa c’è da sapere per comprare un’idropulitrice?

Non è facile orientarsi nella giusta scelta dell’idropulitrice.

Per questo motivo è in primo luogo fondamentale affidarsi a marchi conosciuti, in grado di fornire oltre a prodotti di qualità, affidabili e duraturi nel tempo, anche un ottimo servizio post vendita.
Per questo la nostra azienda ha scelto KARCHER, leader mondiale del settore.

Ma, per scegliere il giusto modello, è fondamentale poter usufruire dell’esperienza di personale qualificato che vi possa indirizzare nella scelta adeguata alle vostre necessità.

I fattori principali da considerare nella scelta sono 3: la portata, la pressione e la potenza del motore.

  • La portata si esprime in litri all’ora (l/h) e indica la quantità d’acqua che la pompa riesce a movimentare in un ora, acqua che viene spinta fino all’ugello della lancia per generare la pressione. Spesso vengono pubblicizzate idropulitrici economiche, dotate di grande potenza in pressione, ma poca portata. Per esempio, un’idropulitrice con 150 atmosfere di pressione, ma con una portata di 10 l/h, riesce a muovere una quantità d’acqua equivalente ad un bicchiere d’acqua ogni 60 secondi!Una portata adeguata per uso hobbistico e poco frequente si aggira intorno ai 350l/h, mentre per un uso più assiduo e per coprire superfici più grandi è consigliata una portata intorno a 450 l/h.
  • La pressione viene misurata in bar e fa riferimento alla forza con la quale l’acqua fuoriesce dall’ugello posto in cima alla lancia. Pressioni adeguate per uso hobbistico possono variare tra i 100 e i 150 bar, stessi valori generalmente anche per le professionali. In casi in cui si necessiti di prestazioni elevate è possibile arrivare a 500 bar di pressione.
  • La potenza del motore è espressa in kw. E’ consigliabile una potenza superiore ai 1.3 kw per le idropulitrici di cui si ritiene fare un uso sporadico, mentre è necessario una potenza di almeno 3 kw nei casi in cui la macchina sia utilizzata in modo più frequente. E’ come per le automobili: si pensi ad una vettura che deve compiere centinaia di Km ogni giorno; questa deve avere un motore potente e di grossa cilindrata.Un accorgimento importante: nel caso si faccia uso di prolunghe fino ai 25 mt, la sezione dei cavi, esclusa la guina di gomma, deve essere di almeno 2.5 mm di spessore; sopra i 25 mt lo spessore deve essere di almeno 4 mm.Nel caso l’uso della corrente sia un problema possiamo ricorrere a idropulitrici con motore a scoppio, in questo caso la potenza del motore è espressa in HP, questo valore per motori con buone caratteristiche di potenza dovrebbe essere superiore ai 2.5 HP.
idropulitrice-potenza-pressione

Portata potenza e pressione sono caratteristiche importanti da tenere in considerazione nell’acquisto di un’idropulitrice.

Avendo delineato le linee guida per la scelta di un’idropulitrice diamo un’occhiata a quelli che posso essere ulteriori aspetti che possano aiutarci nell’acquisto.

  • Un fattore importante è il materiale con cui è realizzato il gruppo pompa, se si vuole fare un uso più frequente e vogliamo che ci sia garantita una lunga durata della macchina è necessario acquistare una idropulitrice con pistoni in acciaio inox e testata in alluminio o ottone (maggiormente resistente alla corrosione).
  • Possiamo scegliere di acquistare una idropulitrice ad acqua calda nel caso lo sporco che dovremo andare a trattare sia particolarmente difficile da togliere, grasso o oleoso. In questo caso l’operazione di riscaldamento dell’acqua avviene tramite un bruciatore alimentato a gasolio.
  • Da non dimenticare il fattore peso ed ingombro dell’idropulitrice, anche questo può essere un parametro di scelta.
  • Per ultimo è importante poter avere anche un’ampia scelta di accessori, siano essi di serie o come optional. Per questo motivo, vi invitiamo a visitare il sito Karcher dove potrete trovare un infinità di accessori adatti alle singole necessità ricordandovi che da noi potrete trovarne un’ampia gamma anche acquistabile dal nostro Shop online.

Speriamo di esserci dimostrati utili con questa breve guida per la scelta della vostra idropulitrice, ribadendo il concetto che il nostro personale qualificato è sempre a disposizione per ogni dubbio e per aiutarvi nella giusta scelta adatta alle vostre necessità!

 

Leggi Tutto

Quanto ammonta la multa per pneumatici in cattivo stato?

sanzioni-pneumatici-usurati

Se la sicurezza non bastasse a convincere l’automobilista a sostituire i propri pneumatici lisci un ulteriore incentivo viene dato dalla legge che infatti prevede una multa di 184 euro e 5 punti sulla patente, contravvenzione che si inasprisce in caso di pneumatici non omologati (la misura delle gomme montate sul auto deve corrispondere a quella riportata sul libretto di circolazione fatta eccezione per indici di carico e di velocità che sono ammessi diversi ma solo se di valore superiore a quelli riportati su carta) arrivando a 370 euro ed al sequestro del libretto.
A tal proposito va anche ricordato che sono ammessi pneumatici differenti come marca e modello tra asse anteriore e posteriore ma di stessa misura ma non si possono montare pneumatici di diversa provenienza su uno stesso asse.

Leggi Tutto

Consigli per le tue gomme

gomme-consigli

Alcuni consigli per le tue gomme:

Spesso dimentichiamo l’importanza di avere pneumatici in buono stato, ma sono proprio le gomme la superficie di appoggio tra l’auto e la strada e che quindi la loro rilevanza è enorme poichè a loro è affidata la nostra vita e la vita dei nostri passeggeri.

Leggi Tutto

Come leggere i codici sul pneumatico

Nella foto qui sopra è mostrato un esempio su un pneumatico il cui codice è:

195 / 65 r 15 91 H

Analiziamo insieme ciascun numero / lettera del codice alfanumerico:

  • 195 : valore in mm con il quale si identifica la larghezza del battistrada cioè la parte della gomma che appoggia a terra
  • 65 : rapporto espresso in percentuale tra l’altezza del fianco (il bordo della gomma, quello appunto dove andate a leggere le informazioni sul pneumatico)e il battistrada.
  • R : tipo di struttura del pneumatico ( come sono disposte le tele interne che ne compongono la conformazione), R sta per radiale.
  • 15 : diametro del cerchio espresso in pollici per cui la gomma è stata prodotta, è molto importante montare i pneumatici sempre su cerchi della misura indicata.
  • 91 : indice del carico massimo che la gomma può supportare (vedi tabella sotto riportata).
  • H : indice della velocità che la gomma può sostenere (vedere tabella sotto riportata).

    Inoltre possiamo vedere quando la gomma è stata prodotta grazie al DOT che è sempre accompagnato da 4 cifre, le prime 2 si riferiscono alla settimana di produzione le successive 2 all’anno, per esempio una gomma con DOT 0410 significa che è stata prodotta la quarta settimana del 2010 (gennaio 2010)

Qui sotto, la tabella riepilogativa con i vari indici, pesi e velocità:

Leggi Tutto

I prodotti non a magazzino sono disponibili in 7 giorni lavorativi-Spedizione gratuita per ordini superiori alle € 150,00 Ignora